Una Poesia per Giulia 2016




Clicca sulla locandina per ingrandirla.


Gino Rago di Trebisacce (Cosenza), pensionato, già insegnante di Chimica, con “Fatelo sapere alla Regina” è il vincitore del quarto concorso biennale “Una Poesia per Giulia 2016”, Federica Sanguigni di Fondi (Latina), impiegata , con “In questo campo abbandonato” si è aggiudicata il secondo posto. Terzo classificato Luciano Gentiletti di Rocca Priora (Roma), pensionato, con “La Felicità”, poesia in dialetto romanesco. Francesco Di Ruggiero di Monza (MB), pensionato, già insegnante di educazione fisica, con ”Cercarti” si è classificato al quarto posto.

Come ogni anno il calendario cisternese viene arricchito da una perla, piccola, ma preziosissima: la premiazione del concorso letterario “Una poesia per Giulia 2016”; un evento ormai imperdibile, cuore pulsante artistico della città, giunto alla quarta edizione biennale.

Domenica 12 febbraio 2017, nell’aula consiliare del Comune di Cisterna di Latina, la mattinata è trascorsa tra danze, musica, canzoni, poesie e riconoscimenti letterari per mantenere vivo il ricordo di Giulia Brignone, alla quale è intitolata l’Accademia che ogni due anni cura l’organizzazione del concorso e dell’evento di premiazione. Alla presentazione si è riconfermato il trio della scorsa edizione, composto da Elisa Astri, Giorgia Pellorca e Paolo Fiorito, sotto il coordinamento di Marcello Brignone e grafica e console di Angelo De Camillis e Andrea Turetta. Al signor Brignone sono spettati gli “onori di casa”: ha chiamato il Sindaco Eleonora Della Penna a raggiungerlo sul palco, la quale ha espresso un pensiero accorato e riconoscente prima in riferimento all’importanza che assume il ricordo in una manifestazione del genere e poi decantando il rilievo culturale che, edizione dopo edizione, caratterizza sempre più l’evento. Dopo il Sindaco, viene chiamata la Dirigente Scolastica Patrizia Pochesci dell’Istituto comprensivo Leone Caetani, nel quale è situata la Biblioteca intitolata a Giulia; l’Accademia ha donato alla Biblioteca un vasto assortimento di libri per arricchirla ulteriormente. Poi, in un tripudio di giallo e successivamente ad una delle esecuzioni musicali e canore di Roberto Bartoli e Eleonora Santoro Cipolla, l’emozione e la commozione hanno raggiunto l’apice: Giulia era lì. E’ stata fatta partire una registrazione della sua voce. Solare, gioiosa, contagiosa. Un momento davvero toccante che ha fatto vibrare le corde dell’anima di tutto il pubblico. Il compito della Giuria, presieduta dal Cav. Umberto Pichi, non è stato affatto semplice; anche in questa edizione la partecipazione è stata più che elevata: sono pervenuti 3.300 scritti.

Tra i riconoscimenti Menzioni Particolari degli elaborati sono stati assegnati a: Sara Daif (Treviso), Vanessa Caponi (Pistoia), la scuola dell’infanzia G. Deledda di Bologna, gli alunni della 2° B della scuola secondaria di primo grado di Tiggiano (Lecce), Laura De Marco (Lecce).

Tra i Finalisti Ragazzi: Maria Grazia Noia, 14 anni di Piane Crati (Cosenza) con “Uomo senza patria”. Emma Cardillo 11 anni di Roma con “Roma è la mia vita”. Marta Formisano 10 anni di Roma con “La musica”; e per sottolineare il carattere internazionale che anche quest’anno ha contraddistinto il concorso, sono state nominate le dieci opere più significative provenienti dall’estero (Francia, Libano, Argentina, Emirati Arabi Uniti, Svizzera, Thailandia, Brasile, Germania, Polonia, Canada). Una menzione speciale è stata data alla poesia “Memorie di Cisterna” di Fiorella Brasili, scritta in dialetto cisternese. L’autrice non era presente e il suo componimento è stato letto dall’ex Sindaco Antonello Merolla, ampio promotore e sostenitore delle scorse edizioni del concorso (2010, 2012 e 2014), il quale ha espresso sinceramente la gioia e l’onore di poter leggere nel suo dialetto un componimento che rende omaggio all’esodo cisternese. Tra i finalisti (quattordici) sono state lette le poesie di: Emanuela Gizzi (Roma), Flavia Beccia (Roma), Paolo Archimede Ianiri (Cisterna di Latina), anche questa in dialetto cisternese. In fine la proclamazione dei vincitori.

Gli artisti che hanno contribuito a colorare questi momenti di tonalità vivaci e dinamiche con le loro performance sono: i già citati professionisti Roberto Bartoli (musica e voce) e Eleonora Santoro Cipolla (voce); Valentina Stredini (attrice e doppiatrice) che ha incantato tutti con la lettura e l’interpretazione di alcuni scritti di Giulia; Fabio Ramiccia (attore e regista) che ha prestato la sua calda voce per dare forma ai pensieri di Giulia; Martina Zago (ballerina) che ha saputo far sposare divinamente la gestualità della danza orientale con la canzone “Always” di Bon Jovi; Francesca Cortina (ballerina) giovane e promettente ballerina di danza classica proveniente dalla scuola Fit Dance 2001 di Maria Grazia Angeletti.

Le emozioni, come da rituale, non sono mancate; è impossibile non rimanere affascinati da uno spettacolo artistico del genere. Unico e fondamentale nel panorama provinciale e non solo. Non è possibile non rimanere coinvolti emotivamente da Giulia Brignone, dalla sua storia, dalla sua personalità che riesce ad apparire chiara e ammirevole anche a chi non ha avuto il privilegio di conoscerla. Non è possibile non ammirare profondamente i suoi genitori, Marcello Brignone e Geltrude Di Nucci, che fanno così tanto per ricordarla, per farla conoscere, per farla vivere. Sì, vivere: perché nessuno muore finché vive nel ricordo costante e poetico; nessuno muore finché vive nei cuori che ha saputo scaldare e impreziosire.

Cisterna di Latina, 12 febbraio 2017 di Giorgia Pellorca


I testi delle prime quattro poesie classificate

Prima classificata:
“Fatelo sapere alla Regina” di Gino Rago, Trebisacce (Cosenza)
Motivazione:
L’opera vincitrice è un inno alla semplicità della vita, alla suprema bellezza che può essere rintracciata nelle piccole cose, alla ricchezza intesa come universo interiore e sodalizio con la natura madre; l’autore ha saputo esprimere con elegante sdegno l’avversione nei confronti della materialità, in un modo estremamente ammirevole, soprattutto considerato il momento epocale in cui ci troviamo, dove la vera crisi non è economica, ma morale.

Seconda classificata:
“In questo campo abbandonato” di Federica Sanguigni, Fondi (Latina)
Motivazione:
L’autrice di questa poesia denuncia con versi delicati, ma incisivi un male imponente che affligge i nostri giorni: il pregiudizio che, come la storia ha cercato di insegnarci, è spesso la prima miccia a far divampare l’inferno della violenza. La chiusura è significativa: è un invito a reagire, ad offrire il proprio aiuto, ad uscire dal bozzolo dell’indifferenza.

Terza classificata:
“La Felicità” di Luciano Gentiletti, Rocca Priora (Roma)
Motivazione
Questa composizione mette in scena un sagace dialogo tra un uomo e la felicità. Il dialetto romanesco che colora di ironia il risentimento dell’uomo e le risposte argute della felicità personificata, rende il componimento amabile e oracolare, il quale, infatti, si chiude in grande stile con una profonda verità, troppo spesso dimenticata.

Quarta classificata:
“Cercarti” di Francesco Di Ruggiero, Monza (Monza e Brianza)
Motivazione
In questa poesia viene puntato il riflettore sul motore che muove l’umana anima: la ricerca. Una ricerca che non è rassegnata, ma consolatrice, che allieta l’esistenza poiché in grado di mettere in contatto le anime, in una dimensione non necessariamente terrena, dove, citando l’autore, “cercarsi è già incontrarsi […] è già conoscersi”.

Gli altri 10 Finalisti (premiati con targa personalizzata)
Bimbi angeli di Simona Aiuti - ALATRI (Frosinone)
Malika di Franca Donà - CIGLIANO (Vercelli)
A Giulia di Paolo Archimede Ianiri - CISTERNA DI LATINA (Latina)
Giovane donna nera di Maria Ivana Trevisani - ALBISOLA (Savona)
Per sempre Io di Emanuela Gizzi - FORMELLO (Roma)
Ti ho cercato mio Dio di Enrico Del Gaudio - CASTELLAMMARE DI STABIA (NA)
Se in una notte di settembre di Flavia Beccia - ROMA
Attesa sul Lago di Maria Carmela Mugnano - ROMA
E si torna a casa di Teresa Riccobono - PALERMO
La scatola di latta di Rodolfo Vettorello - MILANO

Tra i finalisti citiamo tre poesie
“A Giulia” di Paolo Archimede Ianiri di Cisterna di Latina (LT)
“Per sempre io” di Emanuela Gizzi di Formello (Roma)
“Se in una notte di settembre” di Flavia Beccia (Roma)

Menzioni Speciali (premiati con pergamena personalizzata)
Giulia B i Humbert Vincent Russo – FRANCIA “ in lingua francese ” Memorie de Cisterna di Fiorella Brasili - LATINA “ in dialetto cisternese” Il mio sogno di Filippo Bombonato - LIBANO Gli occhi di Jasmine di Patrizia Socci - EMPOLI (Firenze) Erano Giorni di Anna Barzaghi - SEVESO ( Monza e Brianza) Scrivo un nome su Google: Giulia di Vittoria Saccà -- TROPEA (Vibo Valentia) Cerco versi di luce di Alda magnani - PORPORANO (Parma) Je reviendrais en Tunisie di Renato Mattonello -- ROMA “ pensiero in lingua francese ” Così nasci poesia di Barbara Di Francia -- PIANE CRATI (Cosenza) Ragazza mia di Costanza Franzì -- CATANIA Amore sempiterno di Natale Locorotondo -- ARGENTINA Lei è dovunque di Anca Mihaela Bruma -- DUBAI EMIRATI ARABI UNITI Le ri-cor-danze di Emilio Rega - BOGLIASCO (Genova) Parole per te di Daniela Sabato -- GIARDINI NAXOS (Messina) Vetrai di Simonelli Carlo -- SVIZZERA Ti penso di Monica Fiorentino -- SORRENTO (Napoli) “ poesia HAIKU “ A villa Gallone di Immacolata Gallone -- AVELLINO Valentina di Giorgio Odoni - THAILANDIA Io canto di Patricia Mattana Adami - BRASILE Eternamente qui di Alessandra Della Quercia -- ATRI (Teramo) Dentro me di Mariano Macale - CORI ( Latina) Il linguaggio della vita di Jessica Malfatto -- PADERNO DUGNANO (Milano) Quando me ne andrò di Mario Gori -- AREZZO Compagne di banco di Aurora Cantini -- NEMBRO (Bergamo) Amore di Francesco Cocco -- GERMANIA Rifiuti speciali di Giulia Anfuso -- GRAVINA DI CATANIA (Catania) Una stagione dona, un’altra ci saccheggia di Maciej Durkiewicz -- POLONIA Trasiu ‘nta na chiesa di Giuseppe Granata -- SALERNO “ in dialetto siciliano “ Il rumore del silenzio di Anna Maria Amori -- APRILIA ( Latina) Unni si’, Signuri… di Margherita Neri Novi -- CEFALU’ (Palermo) Poésie pour la paix di Salvatore D’Aprano – CANADA “in lingua francese” Canto per un fiore tra le nubi di Natalina Stefi -- LATINA Les belles muses di Pietro Bilello -- CISTERNA DI LATINA “ poesia Haiku in francese “

Tra le menzioni speciali citiamo una poesia
“Memorie de Cisterna” di Fiorella Brasili, Cisterna di Latina ( in dialetto Cisternese)

Galleria fotografica








































Copyright © 2011 Accademia Giulia Brignone
Musica, Cultura & Comunicazione
Indirizzo
Via Enrico Toti n. 24
04012 Cisterna di Latina, LT
Recapiti
Tel. 06 960 81 88 – Cell. 347 71 45 426
E-Mail accademia@giuliabrignone.org
Codice Fiscale
02619340595